sabato 30 giugno 2012

barchette di carta


Durante la mia vacanza, girovagando tra negozi, in una vetrina ho visto una tenda fatta da barchette di carta colorate: peccato che non l'ho fotografata perché era molto estiva e marinara.
Mi sono tornate in mente quelle che facevo da piccola e, usando un tovagliolo, ho provato a farne una: disastro! non ci sono riuscita! eppure dovrebbe essere una di quelle cose che non si dimentica, come andare in bicicletta!
Ritornata a casa ho navigato nei blog, e in quello di Alex 
ho visto il nuovo linky party 15 Viva la carta cartone.
Perfetto: parteciperò anch'io facendo la tenda di barchette di carta! 
Nel web ho trovato molte spiegazioni su come si realizzano, e allora 1,2,3,4... barchette. 
 ...ma il caldo, le mani sudate, le prove con la carta colorata, quelle con la carta velina, le dimensioni grandi o piccole...mi sono stancata...
e adesso cosa ne faccio delle mie prove?...le utilizzo per dare un'aria estiva alle mie piantine...

ho preso un nastro con delle conchiglie, avanzo di una bomboniera, aggiunto le conchigliette, della scorza d'arancio, chiodi di garofano e cannella che uso come profuma ambiente ed ecco che i miei vasetti sono diventati "marinari"!


ma così non posso partecipare al linky party di Alex!
Beh vivrò di rendita come le altre volte...
Questo è il mio Marghet-Ore

e le spiegazioni per realizzarlo le trovate qui
Non basta?

ecco delle collane qui, e altre delle quali non ho fatto tutorial perché realizzate molto tempo fa, quando non ero ancora blogger, ma molto semplici: ho incollato carta da pacco e depliant pubblicitari su una cannuccia usando vinavil diluito con acqua, questo per avere un foro grosso in cui far passare il cordino nero. Ho infilato sul cordino una perlina di carta che ho bloccato facendo semplicemente dei nodi, e ne ho fatti 3 fili intrecciandoli con altri 3 fili, realizzati con paillettes di bottiglia.
...e se non bastasse ancora ecco un appendi-orecchini da una scatola di cartone qui

adesso sono sì che posso partecipare a


voi che ne dite?

lunedì 18 giugno 2012

aglio, retine ...e braccialetti


E' finalmente arrivato il caldo e la bruschetta al pomodoro 
è l'antipasto più semplice e veloce, tipicamente estivo, 
per eccellenza.
E qui sorge un problema: fino a poco tempo fa non ho mai usato aglio per insaporire il pane ma limitavo il suo utilizzo come antiparassitario naturale per le mie piante in vaso: interro alla base della pianta uno spicchio di aglio con la punta verso l'alto, spuntando il germoglio di volta in vota per non farlo fiorire. 
Ora Roberto mi ha "imposto" l'uso dell'aglio...quindi nel mio carrello della spesa ieri c'era anche lui...


... bello, elegantemente vestito da retina violetta! 
Fantastico!
 Un giro nella mia discarica personale, recupero altre retine, regalo delle colleghe, un bel bagno in acqua e sapone e sono pronta: farò dei braccialetti estivi e colorati.

Arcobaleno di retine
Con mio grande dispiacere quelle dell'aglio sono quelle più adatte: hanno dei colori più brillanti, le maglie più piccole, tubolari e più elastiche...sigh...mi devo rassegnare anche qui!
Cominciamo con la spiegazione di questo progetto fast:

prendo la retina e comincio a piegarla da in lato fino ad arrivare a metà della larghezza



poi anche dall'altro lato


Infine la ripiego ancora su stessa


Prendo un ago per la lana con del filo di nylon 
(nella foto ho usato del cotone per rendere visibile il procedimento)
 e cucio la retina per poterla arricciare.


Come decorazione ho scelto uno dei miei tappi bianco che ho forato nel centro, una cialda del caffè nespresso viola schiacciata ed una perlina 


ecco il bracciale retina finito! 


in compagnia di altri...


Un suggerimento per bloggers sartine: potete cucire all'interno un elastico e farle diventare elastici per capelli e come decorazione usare bottoni o fiori d stoffa.

Ne approfitto per ringraziare pubblicamente tutte le bloggers che mi hanno votato e fatto vincere 

the best creative blog of the week 

e ringrazio ancora Alex per essere così piena di iniziative che io purtroppo non riesco a seguire.

E le bruschette?...fatte e servite rigorosamente in due piatti ben separati!
Con questo progetto partecipo al Creativity Links su Kreattiva " di che colore sarà la tua estate": la mia sarà un arcobaleno di retine!

domenica 10 giugno 2012

Safari fotografico e "roselline" ... continua

Oggi pomeriggio Roberto ed io siamo andati a fare un giro al lago di Varese. Ci siamo dedicati ad un safari fotografico alla ricerca di immagini curiose...

una radice che vince il cemento e disegna un cuore...


un'altro cuore su una corteccia...

,,, e dopo avere camminato guardando per terra in mezzo a prati di trifoglio, rischiando di sbattere contro qualcosa o qualcuno...in un angolo a margine...


nel mio bottino c'è anche un quadrifoglio!
esprimete anche voi un desiderio... e buona fortuna!

Ma dove sono le roselline?
Eccole! la mia collezione continua...

collarino "roseto sospeso" visto dall'alto
bracciale  "roseto sospeso" visto dall'alto
 Orecchini questa volta realizzati con le cialde di caffè (vedi qui) per i compleanni di Stella, Elena, Silvana...
Happy Birthday a tutte!

P.S. Ho cercato di fare foto artistiche da inserire nel post facendo da "modella" per la mia collezione e dopo averle cancellate, Roberto mi ha "costretto" ad inserirle per dare un po' di colore quindi...
...il collarino sul mio collo...
e il bracciale sul mio polso.
Domani nella mia agenda TO-DO aggiungerò:
cercare corso di fotografia artistica!

domenica 3 giugno 2012

Roselline...variazioni sul tema


Cos'è un turno di reperibilità: è rimanere a casa a disposizione per eventuali chiamate esami urgenti. 

Cos'è un turno di reperibilità in un giorno festivo: rimanere a disposizione 24 ore... ma se i giorni festivi sono 2 le ore sono 48!
Cos'è un turno di reperibilità: sai quando esci da casa ma non sai a che ora puoi tornare... e ieri sono uscita alle alle 8.30, rientrata alle 21 con 2 piccole pause di tre quarti d'ora(compreso il viaggio!), ma tra un esame e l'altro ci sono state anche "pause" d'attesa (...aspetta ad uscire è arrivata un'altra urgenza!).
Dopo essermi addormentata (sul divano)alle 21,30 mi sono svegliata stamattina alle 7.00: incredibile! Non ci sono state chiamate notturne! È molto "RARO". Sono contenta e dopo una tazza di caffè doppio, in piena fase creativa, mi dedico alle mie roselline di alluminio. È da un po' di tempo che medito questo progetto, pensavo di riuscire a realizzarlo nel mese di maggio, il mese delle rose, ma OGGI è già il 3 GIUGNO!
Questo è  un tutorial FAST, con delle foto frettolose ma per dare il senso alle spiegazioni...perdonatemi...
Ho preso una striscia di plexiglass lunga 7 cm, che proviene dagli scarti di lavorazione per le montature degli occhiali.
Ho fatto  6 fori, 2 ravvicinati per 3 volte, preso 3 fili di alluminio lunghi 8 cm ed infilati così.


Ho preso le mie roselline d'alluminio ( le avevo già pronte) 
qui troverete le spiegazioni


Infilate sul filo d'alluminio


Questa specie di ragno è per farvi capire che ho rinfilato il filo 
all'interno della rosellina per poi rigiralo sotto.


Questa è la rosellina vista da sotto 


Un foro per l' anello ed è pronto un ciondolo...                   
...con una striscia lunga 18 cm ...ecco il bracciale...


...appoggiato alla consolle ha riscosso molto" successo" e ricevuto tanti complimenti quasi da diventar rosso... 

Con due quadrati di 3 cm gli orecchini...
ma non sono finiti: ore 9,15 devo andare!


P.S.: ho scritto questo post durante la "pausa pranzo"
...appena posso aggiornerò le foto!
Buona domenica a tutte

2°P.S.: la seconda notte non è stata così tranquilla...
non so se a causa dell'aria condizionata che soffia sul collo, 
il vento di mezzanotte, la pioggia delle 3,30,
il bicchiere di caffè rovesciato sui pantaloni ...
ma stamattina mi sono svegliata con un inizio di raffreddore 
e mal di testa da carenza di sonno! 
I tecnici di radiologia sono degli highlander ...
ma con qualche acciacco! 
Per fortuna oggi faccio il turno di pomeriggio...